HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

AGENDA


Andrea De Priamo al Convegno ''Eisenman/Krier: due ideologie''
Colloquio di architettura promosso dalla Fondazione Ce.S.A.R. - EUR S.p.A.

22/06/2006 ore 18.30

Andrea De Priamo parteciperà al convegno dal titolo "Eisenman/Krier: due
ideologie" che vedrà protagonisti gli architetti Peter Eisenman e Léon Krier,
nell'ambito della rassegna "i colloqui di architettura", attività di
comunicazione promossa dalla Fondazione Ce.S.A.R. (Centro Studi
sull'Architettura Razionalista).

EISENMAN / KRIER: DUE IDEOLOGIE

Colloquio con Peter Eisenman e Léon Krier


Giovedì 22 Giugno ore 18:30

Sala Quaroni

Eur, Palazzo degli Uffici, Via Ciro il Grande, 16 - Roma

Eisenman, con un ufficio a New York, e Krier, residente nel sud della
Francia, rappresentano due visioni completamente opposte nell'architettura:
il moderno ed il classico.
Questo dualismo, che data ad un "faccia a faccia" fra i due architetti nel
corso di un incontro pubblico all'università di Princeton nel 1977 continua
a risuonare oggi all'interno del dibattito sul disegno e sulla teoria
dell'architettura.
Da allora, Eisenman e Krier hanno contribuito al linguaggio architettonico
realizzando edifici, quartieri e intere città.
E' in quest'ottica che il dibattito tra queste due autorevoli voci
dell'architettura riveste oggi una valenza nuova, nell'intento di verificare
la sostenibilità delle due opposte teorie attraverso la testimonianza delle
loro opere.
Il dibattito affronterà i temi del linguaggio architettonico, della
filosofia, della storia, della politica, alla base del lavoro dei due
architetti.
Seguirà un incontro conviviale presso lo showroom Haworth Castelli di Piazza
Marconi 14/E.
L'evento è organizzato dall'Agenzia per la Città e dalla Fondazione
Ce.S.A.R., con il supporto della Regione Lazio.

Il Centro Studi sull'Architettura Razionalista

L'Eur Spa ha costituito presso i suoi uffici, grazie ad un contributo
stanziato dalla Regione Lazio nella scorsa legislatura, il Centro Studi
sull'Architettura Razionalista.
Costituita Il 10 maggio 2006 con atto notarile, la Fondazione Ce.S.A.R.
(Centro Studi sull'Architettura Razionalista) si configura come il primo
soggetto in Italia per la tutela, il restauro e la valorizzazione di edifici
e complessi urbanistici caratterizzati da espressioni architettoniche
riconducibili all'architettura razionalista.
Prerogativa principale del Centro Studi è di valorizzare quei particolari
aspetti urbanistici, architettonici e simbolici maggiormente oscurati nel
tempo a vantaggio di un presunto "modernismo" nella consapevolezza che senza
una valorizzazione di tutte quelle "anime" che hanno prodotto una tale
perfezione di sintesi, sarà vano ogni tentativo di garantire la qualità di
ogni sviluppo futuro.
Anche in Italia, dunque, si potrà riscoprire la qualità e l'importanza di un
modello urbano frutto di una concezione urbanistica capace di coniugare
funzione sociale e pregio architettonico che da decenni fa scuola nel mondo,
e sarà proprio il quartiere romano, modello dell'architettura razionalista,
ad ospitare il polo di ricerca dedicato allo studio e alla salvaguardia
dell'immenso patrimonio architettonico del razionalismo italiano, presente
non solo in Italia ma anche all'estero.
La sua costituzione, il cui coordinamento è stato affidato all'Agenzia per
La Città, che da più di un decennio stimola il dibattito sull'architettura
contemporanea a livello internazionale, si affianca ad una serie di
iniziative legislative a livello regionale e nazionale per la tutela dei
"Centri di Fondazione", ossia di quei nuclei urbani nati in seguito ad un
preciso progetto e costruiti con un unico intervento unitario sorti tra gli
anni Venti e Quaranta, di cui l'E42 rappresenta uno dei massimi esempi in
termini di qualità delle realizzazioni.
Il Centro Studi intende proporsi alle Amministrazioni come soggetto preposto
alla supervisione artistica delle nuove opere che in futuro interesseranno i
"nuclei di fondazione", siano essi città o quartieri, per assicurarne la
qualità e la coerenza architettonica, determinanti per il loro inserimento
nel patrimonio mondiale dell'Unesco, prima prerogativa del Centro Studi.
Principali animatori dell'iniziativa, oltre all'Ad di EUR SpA prof. Mauro
Miccio, Léon Krier, urbanista, consulente del Principe Carlo d'Inghilterra,
Cristiano Rosponi, architetto, Presidente dell'Agenzia per la Città.,
Francesco Innamorati, architetto, responsabile progettazione architettonica
di EUR S.p.A. e l' On. Fabio Rampelli architetto, promotore dell'iniziativa
presso la Regione Lazio.


per informazioni:



arch. Alfredo Donati

Centro Studi Architettura Razionalista

EUR S.p.A.

via Ciro il grande, 16

00144 Roma



tel 06 54252249

cell 338 5259711

a.donati@romaeur.it




[torna alla sezione agenda]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it