HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


RIFIUTI, DE PRIAMO (PDL): «ORA NECESSARIO CAMBIO DI PASSO SU IMPIANTISTICA AMA; VERTICI AZIENDA PROSSIMA SETTIMANA IN COMMISSIONE»

26/01/2011

RIFIUTI, DE PRIAMO (PDL): «ORA NECESSARIO CAMBIO DI PASSO SU IMPIANTISTICA AMA;
VERTICI AZIENDA PROSSIMA SETTIMANA IN COMMISSIONE»

«Crediamo che sul tema dei rifiuti, dopo la fase di risanamento e potenziamento dei servizi posto in essere da Ama, sia ora necessario un cambio di passo per raggiungere risultati sempre migliori dal punto di vista della qualità dei servizi in città. In particolare, mi auguro che l’Assemblea capitolina approvi presto le linee guida del nuovo contratto di servizio: questo strumento garantirà infatti ai cittadini romani il controllo sui servizi erogati dall’azienda».

È quanto dichiara in una nota il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale, Andrea De Priamo, che ha aggiunto: «Per quanto riguarda la raccolta differenziata, fermo restando la mia personale preferenza per il modello di raccolta porta a porta domiciliare, ritengo apprezzabile il risultato raggiunto di 470mila abitanti coperti dal servizio di raccolta porta a porta “duale”, a fronte dei 30mila del 2008, e ancor più l’impegno a coprire con questo servizio un milione di romani entro il 2011. La raccolta differenziata rappresenta, infatti, la chiave principale per adeguare tutto il sistema dei rifiuti alla normativa europea. In questo senso, poiché occorre che tutta la filiera della differenziata sia pienamente attiva, ho convocato in Commissione Ambiente, per mercoledì 2 febbraio, i vertici aziendali di Ama, per fare il punto della situazione sia sullo stato degli impianti di Via Salaria e Rocca Cencia che sul progetto del nuovo centro di compostaggio di Maccarese».

«Continuo a pensare - ha aggiunto il presidente De Priamo - che il riferimento ideale e materiale al modello californiano dei “rifiuti zero” costituisca la stella polare per rendere meno gravoso il problema del dopo Malagrotta, in quanto solo una raccolta differenziata virtuosa può consentire di ridurre le dimensioni dei nuovi impianti da realizzare ed evitare il conferimento del cosiddetto “tal quale” in discarica».

«Mi auguro in questo senso - ha concluso De Priamo - che il sindaco Alemanno possa inserire in agenda la visita nella Città di San Francisco, dove è stato formalmente invitato, per conoscere da vicino il programma “rifiuti zero” che ha permesso di raggiungere percentuali di raccolta differenziata intorno al 70%».

Roma, 26 gennaio 2011


[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it