HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


TOR MARANCIA, DE PRIAMO (PDL): SU CENTRALE ACEA, IMPEGNO PRECISO DELL'AMMINISTRAZIONE; VIGILIREMO SU LAVORI COMMISSIONE TECNICA

18/05/2011

Roma, 18 maggio 2011



TOR MARANCIA, DE PRIAMO (PDL): SU CENTRALE ACEA, IMPEGNO PRECISO DELL'AMMINISTRAZIONE;
VIGILIREMO SU LAVORI COMMISSIONE TECNICA



«Al presidente del Municipio XI, Andrea Catarci, che cita il neuropsichiatra russo Sergei Korsakoff, perché esperto conoscitore della storia sovietica, vorrei ricordare che la conquista del Parco di Tor Marancia è certamente frutto delle battaglie dei comitati di cittadini e dei residenti ma è stata sostenuta politicamente, nella sua fase iniziale, in totale solitudine da Alleanza Nazionale e in particolare da Fabio Rampelli. Il neo neuropsichiatra Catarci dimentica, infatti, come la legge regionale che estende il Parco dell’Appia Antica ai 200 ettari della tenuta del Parco di Tor Marancia porti proprio il nome di Rampelli. Una conquista di assoluta attualità, in quanto stiamo lavorando per l’attrezzaggio del Parco e la sua acquisizione da parte dell’Amministrazione».



Lo dichiara in una nota il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale, Andrea De Priamo.



«Sulla questione della centrale Acea - ha aggiunto il presidente De Priamo - , l’Amministrazione capitolina ha risposto con i fatti e un impegno preciso: l’istituzione di una commissione tecnica comunale per la valutazione del suo impatto sulla salute dei cittadini residenti, propedeutica all’interramento o all’incapsulamento dell’impianto di distribuzione di energia elettrica. Un impegno mai preso dal 1982, anno in cui fu costruita la centrale, nella più totale indifferenza delle amministrazioni comunali di centrosinistra. La proposta del sindaco è stata accolta dal comitato di quartiere e dai cittadini residenti che ieri erano presenti all’incontro, a differenza del presidente Catarci che ha preferito rimanere in Municipio a scrivere comunicati stampa deliranti. In questi tre anni, la Commissione Ambiente ha seguito con costanza e determinazione il problema della centrale Acea, arrivando all’approvazione di un ordine del giorno in Assemblea capitolina. Non è da oggi che chiediamo all’Acea un maggiore impegno a tutela del territorio e saremo i primi a vigilare sull’operato della commissione tecnica, per arrivare nel più breve tempo possibile ad una soluzione della ultraventennale vertenza della centrale»..



«In questo senso, invitiamo il presidente Catarci a chiudere questa stucchevole polemica e ad impegnarsi insieme a noi nell’interesse dei cittadini, oltre le divisioni partitiche e di parte», ha concluso De Priamo.

[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it