HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


MANOVRA, MOLLICONE - DE PRIAMO (PDL): NO CANCELLAZIONE INDENNITÀ PER CONSIGLIERI MUNICIPALI
"Governo difenda diritto costituzionale della rappresentanza"

05/12/2011

«Abbiamo messo a disposizione del Gruppo Pdl e di tutta l’Assemblea capitolina un ordine del giorno, che ha come primo firmatario il capogruppo Luca Gramazio ma è aperto alla sottoscrizione di tutti i colleghi di maggioranza e opposizione, in cui chiediamo che vengano preservati e tutelati i rappresentanti eletti nei Municipi della Capitale e di tutte le grandi città italiane, che in queste ore sembrano minacciati da un’espressione generica e insidiosa contenuta nella manovra finanziaria del Governo Monti. Pur sostenendo la lotta agli sprechi e il taglio dei costi della politica, non possiamo accettare che venga colpito al cuore il tessuto vivo della democrazia partecipata del territorio, cancellando la ormai risibile indennità prevista per i consiglieri municipali, in passato già dimezzata, in nessun modo paragonabile a quella dei consiglieri regionali e dei parlamentari».

È quanto dichiarano, in una nota congiunta, in consiglieri Pdl di Roma Capitale, Federico Mollicone e Andrea De Priamo.

«Ricordiamo - hanno aggiunto i consiglieri capitolini del Pdl - che l’indennità è un istituto democratico introdotto nell’antica Grecia, per garantire la massima partecipazione alla vita cittadina dei ceti socialmente ed economicamente più fragili».

«La nostra battaglia non è l'autodifesa di un ceto politico ma è la tutela del diritto costituzionalmente garantito, e riconosciuto a tutti i cittadini, di partecipare alla vita politica cittadina», hanno concluso Mollicone e De Priamo.

[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it