HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


MUNICIPI, DE PRIAMO - MOLLICONE (PDL): ROMA CAPITALE DICE NO A CANCELLAZIONE EMOLUMENTI PER CONSIGLIERI MUNICIPALI
"Governo colpisca veri privilegi"

07/12/2011

«Riteniamo assurdo l’accanimento del Governo Monti contro coloro che, come i consiglieri municipali e circoscrizionali, costituiscono il presidio di rappresentanza e partecipazione democratica sul territorio. La doverosa eliminazione degli sprechi e dei privilegi, cui la politica ha ceduto negli anni, non può trasformarsi nella distruzione di organi rappresentativi ed eletti dai cittadini come i Municipi e le circoscrizioni delle città metropolitane, paragonando gli enti di prossimità ad un “dopolavoro” o ad una “bocciofila”. L’approvazione all’unanimità dell’ordine del giorno in Assemblea capitolina, che abbiamo promosso insieme al capogruppo Pdl Luca Gramazio e sottoscritto poi da tutte le forze politiche, ci fa ben sperare sulla buona riuscita di una battaglia per la salute della democrazia rappresentativa che deve coinvolgere tutti».

Lo dichiarano, in una nota congiunta, i consiglieri Pdl di Roma Capitale, Andrea De Priamo e Federico Mollicone.

«Occorre sottolineare - hanno aggiunto i consiglieri - come il decreto Monti contrasti radicalmente con il nuovo status di Roma Capitale, in cui si prevede la razionalizzazione e la trasformazione dei Municipi in veri e propri comuni metropolitani, con maggiori poteri e competenze».

«L’istituto dell’emolumento, introdotto da Pericle nell’antica Grecia, non è un privilegio della “casta”, ma la garanzia per permettere a tutti i cittadini, e quindi non solo ai ricchi, di partecipare alla vita politica», hanno concluso De Priamo e Mollicone.

[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it