HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


MUNICIPIO XII, FDI: "SCUOLA TOSI MANTENGA NOME MARTIRE ISTRIANO"

20/03/2013

MUNICIPIO XII, FDI: "SCUOLA TOSI MANTENGA NOME MARTIRE ISTRIANO"

(OMNIROMA) Roma, 20 MAR - “Questa mattina, al quartiere giuliano dalmata, Fratelli d’Italia ha organizzato una manifestazione durante la quale ha consegnato una lettera aperta ai genitori e ai professori della scuola elementare Giuseppe Tosi per chiedere che venga mantenuto al martire istriano l’intitolazione dell’istituto comprensivo di via dei Corazzieri. Infatti, per i plessi ‘Tosi’ e ‘Montanelli’, ubicati in XII Municipio, l’idea è quella di accorparli in un unico istituto che manterrà il nome del giornalista Montanelli, perdendo così l’intitolazione dell’unica scuola della Capitale ad una vittima di Tito. Giuseppe Tosi, insegnante di italiano in Istria, fu torturato e annegato dai titini per aver strenuamente difeso la sua identità italiana". È quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di ‘Fratelli d’Italia’ Andrea De Priamo, consigliere capitolino e presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale e Maurizio Cuoci, vice presidente del Municipio XII.
"Senza nulla togliere alla figura di Indro Montanelli, che viene spesso e giustamente ricordato in molti contesti, riteniamo fondamentale che il Ministero della Pubblica Istruzione e il consiglio di istituto rivedano l’intitolazione dei due istituti prossimi all’accorpamento - aggiungono - In attesa che venga dedicata una scuola a Norma Cossetto, altra martire istriana, non riteniamo accettabile un provvedimento teso a cancellare dalla toponomastica di Roma l’unica scuola dedicata ad un martire giuliano – dalmata. Questa nostra mobilitazione si affianca a quella posta in essere da altre realtà e personalità ma, in particolare, dalle associazioni degli esuli istriani che domani pomeriggio parteciperanno ad un’importante riunione organizzata dal dirigente scolastico alla presenza dei membri del Consiglio d’istituto e dei docenti, durante la quale auspichiamo che possa prevalere il buon senso e soprattutto il rispetto della memoria nei confronti dei tanti italiani vittime della barbarie e dell’odio etnico e ideologico titino”.

[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it