HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


URBANISTICA, DE PRIAMO (FDI): “SODDISFAZIONE PER IL CONTRIBUTO DI FRATELLI D’ITALIA ALL’APPROVAZIONE DELIBERE SUI TOPONIMI, HOUSING SOCIALE E PARCO ARCHEOLOGICO LUCREZIA ROMANA”.

11/04/2013

URBANISTICA, DE PRIAMO (FDI): “SODDISFAZIONE PER IL CONTRIBUTO DI FRATELLI D’ITALIA ALL’APPROVAZIONE DELIBERE SUI TOPONIMI, HOUSING SOCIALE E PARCO ARCHEOLOGICO LUCREZIA ROMANA”.

“Le ultime sedute dell’assemblea capitolina hanno visto il ruolo determinante di Fratelli d’Italia nel sostenere l’approvazione di alcune importanti delibere, tra cui quelle attese da tempo dalla cittadinanza ma tenute ferme dal cieco ostruzionismo dell’opposizione. In particolare, riteniamo importante l’approvazione delle 21 delibere dei piani esecutivi, i cosiddetti “toponimi”, che permetteranno in tanti quadranti della città di portare a compimento una manovra urbanistica che consentirà finalmente di trasformare in veri quartieri le nostre periferie e dotarle finalmente di servizi primari e nuove infrastrutture, come asili nido, aree vedi, parchi pubblici, piazze e centri di aggregazione. Positiva è stata anche l’approvazione della delibera che permetterà la realizzazione del parco archeologico di Lucrezia Romana, quella che sana parzialmente il disastro causato dalle precedenti giunte di centrosinistra targate Rutelli e Veltroni che avevano previsto la realizzazione della nuvola di Fuksas senza adeguati parcheggi, ed infine le delibere sull’housing sociale.

Purtroppo l’Assemblea non ha portato in votazione, come invece richiesto da Fratelli d’Italia, la delibera sul progetto di sostituzione edilizia di Tor Bella Monaca. Questa delibera sarebbe dovuta esser approvata da tempo e in tal senso – oltre all’ostruzionismo dell’opposizione – dobbiamo rilevare l’errore compiuto che ha visto perdere troppo tempo sulla vicenda Acea, tralasciando così il progetto elaborato dall’architetto Leon Krier che marca nettamente una differente concezione dell’urbanistica, ovvero da una parte quella figlia delle giunte di sinistra fatta di espansione, consumo di agro romano e realizzazione di anonimi quartieri privi di servizi e di identità; dall’altra il ricorso alla demolizione e ricostruzione, concertata con il territorio, per realizzare quartieri a misura d’uomo dove si possa riacquistare il senso della comunità di quartiere.

Questo progetto, in ogni caso, non sarà accantonato e sarà affiancato da altri progetti di demolizione e ricostruzione che continueremo a sostenere dando un motivo in più così ai romani per non riconsegnare la nostra città alla sinistra”.

È quanto dichiara in una nota l'esponente di Fratelli d’Italia Andrea De Priamo, presidente della commissione Ambiente di Roma Capitale.

[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it