HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


TOSSICODIPENDENZE, DE PRIAMO (FDI): "INCONCEPIBILE L'INERZIA DELLA GIUNTA CAPITOLINA"

20/03/2014

TOSSICODIPENDENZE, DE PRIAMO (FDI): "INCONCEPIBILE L'INERZIA DELLA GIUNTA CAPITOLINA"


"A seguito delle forzature effettuate in questi giorni sul Casale Rosati, sede della Comunità Giovanile di Roma, mi permetto di dire all’assessore Cattoi che 'la gatta frettolosa fa i figli ciechi'. E' inconcepibile la facilità con cui si chiede lo sgombero di un servizio erogato gratuitamente dall’Asi CIAO e dalle ACLI senza informare direttamente gli enti affidatari, mentre, con altrettanta nonchalance, si appoggiamo le “okkupazioni” dei loro compagni.
L’assessore dica chiaramente quali sono le motivazioni che hanno portato a convocare, per riprendere le chiavi dello stabile, dirigenti comunali, municipali e cittadini non meglio qualificati senza, paradossalmente, coinvolgere gli Enti che hanno gestito il servizio sino ad oggi e senza segnare tempistiche congrue e precise sia per il trasloco dei beni mobili degli Enti che per il nuovo affidamento mediante Bando pubblico.
Inoltre, Cattoi comunichi, una volta per tutte, quali sono le intenzioni della Giunta Capitolina: mentre lei persegue la strada della chiusura, un altro assessore della sua stessa Giunta, Rita Cutini, con delega all’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, scrive una nota agli enti stessi in cui rassicura che i Servizi, all’epoca in scadenza, non sarebbero stati interrotti. Affermazioni poi smentite dalla realtà dei fatti poiché gli enti non hanno avuto i finanziamenti, dunque i servizi sono stati interrotti e gli operatori hanno perso il loro lavoro. Per tali motivi, appare ancora più inspiegabile il rifiuto, da parte dell’assessore Cattoi, della disponibilità ad erogare, gratuitamente e per spirito volontaristico, il servizio “Comunità Giovanile” da parte di chi ha gestito, in modo egregio, le attività del Casale fino ad oggi.
Tali incongruenze sono l’ennesima conferma di una Giunta Marino allo sbando ed in grado di produrre solo catastrofi per la Città di Roma: o i due Assessori dicono e fanno tutto ed il contrario di tutto, oppure agiscono in malafede, non comunicando tra loro, a scapito dei cittadini romani che vengono privati di un servizio gratuito e di un Bene Comune che, presumibilmente, sarà occupato e danneggiato da chi fa “l’okkupatore abbusivo” di professione".


Lo dichiara in una nota Andrea De Priamo, portavoce della Costituente romana di Fratelli d’Italia.

[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it