HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


COMUNE, GHERA-DE PRIAMO (FDI-AN): MARINO BLOCCA MANUTENZIONE VERDE

09/09/2014

COMUNE, GHERA-DE PRIAMO (FDI-AN): MARINO BLOCCA MANUTENZIONE VERDE

(OMNIROMA) Roma, 09 SET - "L'annullamento da parte della giunta Marino della gara relativa ai cosiddetti ‘punti verdi ristoro’ è un grave atto lesivo dei diritti degli operatori vincitori di bando pubblico ma ancor più nocivo del territorio cittadino che viene privato della manutenzione che i vincitori del bando avrebbero dovuto svolgere in cambio della concessione a loro assegnata. Bisogna ricordare che il procedimento dei ‘punti verdi ristoro’ è tutt’altra questione rispetto a quella dei ‘punti verdi qualità’ nei quali l'amministrazione si è esposta pesantemente dal punto di vista finanziario attraverso il meccanismo della fideiussione bancaria". E’ quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Fabrizio Ghera capogruppo in Campidoglio e Andrea De Priamo portavoce romano di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.
"Nel caso dei punti verdi ristoro, al contrario - aggiungono - a fronte della presa in manutenzione del verde pubblico a proprie spese da parte dei privati non vi è alcun onere per il Comune, cosa che rende del tutto insostenibile una delle principali motivazioni addette dagli uffici di Roma Capitale, ovvero quella della non convenienza per l'Amministrazione per un mancato vantaggio. Invece di mettere in campo nuovi e ulteriori strumenti per garantire una adeguata manutenzione del verde pubblico, oggi sempre più disastrato, ed anziché sbrogliare la complicata matassa dei punti verdi qualità, creata in tempi lontani proprio dalla sinistra che governava la città, Marino sceglie di dare un segnale grave per la certezza del diritto, per l'economia della città (considerato che i chioschi ecocompatibili avrebbero prodotto ovviamente occupazione) e per il verde di alcuni parchi della Capitale".

[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it