HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


Fabio Rampelli: Interrogazione a riposta scritta al Ministro del commercio internazionale e al Ministro per lo Sviluppo Economico

03/05/2007

Roma, 3 maggio 2007

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Al Ministro del commercio internazionale e al Ministro per lo Sviluppo Economico

Per sapere - Premesso che:


- l'interrogante ha appreso da un'agenzia di stampa diramata dalla Commissione europea il 19 aprile scorso che grazie ad una migliore cooperazione a livello comunitario sarebbe aumentato il numero di prodotti pericolosi ritirati l'anno scorso dal mercato dell'Unione europea;


- dalla relazione annuale sui prodotti di consumo pericolosi - che vanno dall'orsacchiotto all'asciugacapelli, dai detergenti spray alle minimotociclette, dagli accendini agli attacchi per sci - emerge come i giocattoli (221 notifiche, 24%) abbiano superato le apparecchiature elettriche (174 notifiche, 19%) quale categoria più spesso oggetto di notifica;


- nella lista dei prodotti notificati figurano anche i veicoli a motore (126 notifiche, 14%), i dispositivi di illuminazione (98 notifiche, 11%) e i cosmetici (48 notifiche, 5%);


- le cinque principali categorie di rischio più frequente sono risultate essere: lesioni (274 notifiche, 25%), folgorazioni (270 notifiche, 24%), rischio di incendio/ustioni (194 notifiche, 18%), strangolamento/soffocamento (157 notifiche, 14%), rischio chimico (95 notifiche, 9%);


- la Cina - che è diventata in breve tempo uno dei principali esportatori di beni di consumo verso l'Europa - è risultata il paese di origine in quasi la metà di tutti i casi notificati (440 notifiche, 48%);


- dalla valutazione per l'anno 2006 del funzionamento di "Rapex" - il sistema di allarme rapido per i prodotti di consumo ad eccezione degli alimenti, dei prodotti farmaceutici e dei presidi medici - emerge che tra gli Stati membri dell'Unione europea vi è ancora una distribuzione diseguale delle notifiche e delle reazioni in relazione a prodotti che presentano un rischio grave-:


- quante notifiche di prodotti pericolosi sono state segnalate nell'ultimo anno alle competenti autorità europee attraverso il sistema "Rapex" e per quale tipologia di beni di consumo;


- se non ritenga opportuno vietare la commercializzazione dei prodotti pericolosi di fabbricazione cinese che rappresentano un grave rischio per la salute e la sicurezza dei consumatori;


- quali iniziative intenda intraprendere per tutelare i bambini dall'utilizzo di giocattoli provenienti dalla Cina, ritenuti pericolosi e privi dei comuni standards di sicurezza;


- se non ritenga opportuno sensibilizzare i consumatori, attraverso un'adeguata campagna informativa, sulle questioni della sicurezza e sui gravi rischi connessi all'importazione dei prodotti cinesi nel territorio italiano.

On. Fabio Rampelli

[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it