HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


Comunicati di Gianni Alemanno

16/04/2008

"Ognuno ha le proprie gerarchie di valori". E' quanto ha detto il candidato a sindaco Gianni Alemanno (Pdl) in merito alle dichiarazioni di Francesco Rutelli su un ruolo da ministro dello stesso Alemanno in un futuro governo guidato da Silvio Berlusconi.

Le sue dichiarazioni giungono durante una conferenza stampa organizzata nella sede del comitato elettorale per Alemanno sindaco in via Salandra.





"Mi auguro che Rutelli non sfugga ai 'faccia a faccia'. A lui il tentativo di evitare il 'faccia a faccia' non ha premiato. Penso che un confronto si possa fare in televisione. Contatterò Vespa, Mentana, Floris affinché ci sia la possibilità da parte dei cittadini di vederci in diretta".

E' quanto ha detto il candidato a sindaco Gianni Alemanno nel corso di una conferenza stampa organizzata nella sede del suo comitato elettorale in via Salandra. "Mi auguro di fare numerosi confronti e che questi siano in televisione così che anche il cittadino comune possa guardare e sentire", ha aggiunto Alemanno che ha spiegato che di "faccia a faccia" fino ad ora, ne è stato fatto "solo uno" in "un ambiente selezionato, grazie all'ordine degli ingegneri e degli architetti.

E' troppo poco, è stato poi un incontro tecnico e settoriale". "Perché mai - ha continuato - fare un mese di campagna elettorale senza un confronto diretto? Non mi pare che a Rutelli manchi la parola. Non fare il 'faccia a faccia' sarebbe un'offesa all'intelligenza dei cittadini romani".




L'elettorato centrista, quello de La Destra, ma anche gli elettori della Lista Grillo. A loro il candidato a sindaco per il Pd Gianni Alemanno si rivolge per il prossimo turno di ballottaggio nel quale si scontrerà con Francesco Rutelli.

E' lo stesso Alemanno, nel corso di una conferenza stampa organizzata nella sede del suo comitato elettorale in via Salandra, a dire che "i due principali interlocutori sono l'Udc e 'La Destra'". "Credo - ha spiegato - che prioritario sia il rapporto con il cittadino.

Un dato decisivo e' quello di costruire un progetto coerente su un programma". Il candidato a sindaco per il Pdl ha detto che "ho rivolto prima un messaggio a chi ha fatto l'opposizione in Campidoglio, come l'Udc che ha avuto Gasperini in questi due anni uno degli oppositori più forti della giunta Veltroni".

"Non penso - ha detto parlando dell'Udc capitolino - che possano schierarsi dall'altra parte. Poi - ha aggiunto - c'è il significativo risultato della 'Lista Grillo', che ha intercettato un 3 per cento di persone che chiedono un'attenzione diversa della politica romana nella nostra città.

Parleremo con tutti e faremo in modo che ci sia un blocco sociale ed elettorale per il cambiamento". In merito all'ipotesi di confluenza sulla sua candidatura dell'elettorato cattolico, Alemanno ha detto che "non è il caso di fare appelli confessionali, ma gli elettori di forte ispirazione cattolica hanno molti elementi su cui riflettere".





"Abbiamo la percezione di moltissimi elettori che hanno votato liste di sinistra e me. Rutelli ha preso nettamente meno voti rispetto al proprio schieramento.

Anche a livello municipale c'e' questa minore funzionalità di Rutelli". Così il candidato a sindaco Gianni Alemanno (Pdl) durante una conferenza stampa organizzata nella sede del suo comitato elettorale in via Salandra.








[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it