HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


DE PRIAMO SU ARCO DI LIBERA ALL'EUR
Comunicati stampa

26/04/2010

ARCO LIBERA, DE PRIAMO (PDL): INSENSATE DICHIARAZIONI OPPOSIZIONE



(Omniroma) "In riferimento alla questione dell'Arco di Libera, di insensato ci sono solo le dichiarazioni degli esponenti dell'opposizione, in particolare del collega Alessandro Onorato, che evidentemente, da professionista della politica, definisce le nostre posizioni dilettantesche. A lui e a Francesco Rutelli ricordiamo che il dibattito sulla riproposizione in chiave moderna dell'Arco di Adalberto Libera ha visto la presenza di importanti esponenti del mondo culturale ed è risultato il progetto più interessante e votato in un sondaggio lanciato dal quotidiano Il Sole 24 Ore. Il nostro ordine del giorno chiede al Sindaco e alla Giunta di valutare attentamente un project financing che, con l'ausilio dei privati e dunque senza costi per l'amministrazione, dia un segno architettonico moderno ma in linea con l'architettura razionalista dell'Eur, studiata ed apprezzata in tutto il mondo".



È quanto dichiara in una nota il presidente della commissione Ambiente del Comune di Roma, Andrea De Priamo.



"Per ciò che concerne poi il tema delle opere pubbliche legate all'intervento oggetto della delibera sulle Torri dell'Eur - prosegue l'esponente capitolino del Pdl - voglio ricordare che
gli emendamenti della Commissione Urbanistica e il sub emendamento di maggioranza che si discuteranno lunedì prossimo, prevedono che l'intero importo del contributo straordinario e degli oneri concessori siano utilizzati per la mobilità dell'Eur, con particolare attenzione all'interramento dalla via Cristoforo Colombo all'incrocio con Viale Europa".



Roma, 26 aprile 2010.









ARCO LIBERA, DA CONSIGLIO OK ODG PER STUDIO FATTIBILITÀ



(Omniroma) L'idea dell'Arco progettato dall'architetto Libera sarà ritirata fuori e studiata. Il consiglio comunale, infatti, ha approvato un ordine del giorno presentato dal consigliere Andrea De Priamo (Pdl) che impegna la giunta a valutare la realizzabilità di questo progetto attraverso l'intervento economico dei privati, quindi in project financing. "L'idea dell'Arco di Libera - ha detto De Priamo - può essere ripensata pur mantenendo un filo diretto con l'antico progetto". A contestare l'ordine del giorno, il consigliere comunale Francesco Rutelli (Api): "Non si può riproporre nel 2010 un progetto del 1930". L'ordine del giorno è stato firmato anche dal consigliere comunale Federico Mollicone (Pdl).



Roma, 26 aprile 2010.









EUR. CONSIGLIO COMUNALE APPROVA ODG SU ARCO DI LIBERA



GIUNTA VALUTERA' LA REALIZZABILITÀ DEL PROGETTO.



(Dire) Il progetto di costruzione dell'Arco di Libera all'Eur "sara' valutato". Il Consiglio comunale di Roma, infatti, ha approvato un ordine del giorno, presentato da Andrea De Priamo, che impegna la giunta a vedere se ci sono le possibilita' di costruirlo, magari aggiornando la vecchia idea e facendolo in project financing, quindi anche grazie ai privati.
L'Arco monumentale, alto oltre 150 metri, era stato concepito durante gli Anni 30 per l'Eur come una porta d'ingresso di Roma per chi arrivava dal mare. Il suo ideatore, l'architetto razionalista Adalberto Libera, voleva realizzarlo sopra la collina dove oggi sorge il palazzo dello Sport di Luigi Nervi.



Roma, 26 aprile 2010.










URBANISTICA: A ROMA SI PENSA A RIPROPORRE ARCO LIBERA ALL'EUR



PASSA ODG IN AULA. RUTELLI, NON REINTRODURRE TRATTO PIANO DEL '39



(ANSA) Il Consiglio comunale di Roma ha approvato un ordine del giorno, firmato dal consigliere comunale del Pdl Andrea De Priamo, che impegna il sindaco e la giunta a verificare la fattibilita' di riproporre, in forma riattualizzata con project financing il progetto dell'arco di Adalberto Libera che risale agli anni '30, da realizzare nel quartiere dell'Eur.
Il provvedimento, firmato dal consigliere comunale del Pdl Andrea De Priamo, e' stato approvato con 22 voti a favore e 12 contrari.



Roma, 26 aprile 2010.





[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it