HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


COMUNE. AMBIENTE, DE PRIAMO (PDL): «CON GIUNTA ALEMANNO SI COMPIE RIVOLUZIONE ECOLOGICA»

28/04/2010

COMUNE. AMBIENTE, DE PRIAMO (PDL):


«CON GIUNTA ALEMANNO SI COMPIE RIVOLUZIONE ECOLOGICA»





«Le parole dei colleghi dell’opposizione sull’operato della Giunta Alemanno sul fronte della sostenibilità ambientale sono a dir poco farneticanti, visti gli innegabili risultati ottenuti in questi ultimi due anni grazie alla stesura di quella programmazione strategica nel settore che in passato non era mai stata concepita dal Comune di Roma. In primis, bisogna ricordare l’adesione del sindaco al Covenant of Mayors sulla sostenibilità ambientale e l’adozione di uno specifico Master Plan energetico elaborato dal prof. Jeremy Rifkin: due documenti che rappresentano le linee guida intorno cui il Comune di Roma struttura le azioni per il rispetto dei criteri fissati dal Protocollo di Kyoto e dalla Commissione Europea, con particolare riferimento alle politiche 20-20-20: efficienza energetica, contenimento delle emissioni climalteranti e promozione delle fonti rinnovabili».





È quanto dichiara in una nota il presidente della Commissione Ambiente del Comune di Roma, Andrea De Priamo.





«Partendo dalle politiche di riduzione delle emissioni inquinanti - spiega De Priamo - l’Amministrazione Comunale si sta muovendo verso la progressiva "decarbonizzazione" delle fonti energetiche a favore delle rinnovabili, intervenendo massicciamente anche nel settore dei trasporti. In questo senso il Consiglio comunale ha approvato il Piano Strategico per la Mobilità Sostenibile: uno strumento di pianificazione a medio e lungo termine dello sviluppo della mobilità della Capitale, incentrato sul potenziamento del trasporto pubblico, l’investimento nella ciclabilità con l’estensione del bike sharing - le cui postazioni saranno 71 entro l’anno - l’implementazione del car sharing - che sarà esteso, entro il 2011, a tutti i Municipi della Capitale - la creazione del Piano Quadro della Ciclabilità, nonché lo sviluppo della mobilità alternativa: car pooling, servizi a chiamata, mezzi elettrici e a idrogeno».





«Sul versante dell’efficienza energetica - prosegue De Priamo - segnaliamo invece l’approvazione del piano di illuminazione pubblica a tecnologia LED e ad energia alternativa - che a regime permetterà di abbattere i consumi energetici del 51% rispetto agli attuali - nonché l’utilizzo del fotovoltaico nell’edilizia scolastica, per la produzione di energia elettrica, acqua calda e il riscaldamento. Organismo di coordinamento delle politiche dell’Amministrazione capitolina per il consumo sostenibile dell’energia e la produzione di elettricità da fonti alternative - così com’è stabilito da una delibera presto al vaglio del Consiglio comunale - sarà l’Osservatorio Ambientale sui cambiamenti climatici. Un ente che andrà a sostituire Roma Energia: una realtà creata senza alcuna consistenza reale dall'amministrazione Veltroni e arrivata ad accumulare negli anni un indebitamento di 1,2 milioni di euro».





«Sulla tutela del verde e del decoro urbano - conclude De Priamo - l’Amministrazione comunale ha invece predisposto tre apposite ordinanze - antivolantinaggio, antiwriter e per il decoro - grazie alle quali è stato possibile elevare oltre 5mila multe. Ma non solo: citiamo anche la riapertura della Scuola Giardinieri e l’avvio di un piano organico di recupero e riqualificazione di parchi e ville storiche. Infine, ma non per ultimo, il fronte dello smaltimento e della riduzione della produzione dei rifiuti. Seguendo l’obiettivo "rifiuti zero" di San Francisco, l’Ama, su impulso dell’Amministrazione comunale, ha potenziato il sistema della raccolta differenziata, arrivando a servire, in soli due anni, con il porta a porta oltre 170mila cittadini. Un pacchetto di provvedimenti che dimostrano quanto il lavoro del Campidoglio non sia stato un insieme di iniziative spot, come invece ci aveva abituato il centrosinistra, ma un pacchetto strategico di interventi per completare quella rivoluzione ecologica che i cittadini romani ci hanno chiesto».





Roma, 28 aprile 2010.



[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it