HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


TARI, GUIDI-DE PRIAMO (PDL): «NEMMENO UN EURO IN PIÙ IN BOLLETTA»

28/04/2010

TARI, GUIDI-DE PRIAMO (PDL): «NEMMENO UN EURO IN PIÙ IN BOLLETTA»





"Il consigliere Athos De Luca dovrebbe ricordare che l'amministrazione Alemanno ha tenuto ferma la Tari, così come le altre tariffe e i tributi comunali per oltre 2 anni a differenza di quanto hanno fatto le giunte di centrosinistra che sistematicamente aumentavano le tasse per i cittadini, come dimostrato proprio dall'aumento quasi annuale della Tari nel 2007 e nel 2008".





È quanto dichiarano, in una nota, i presidenti delle commissioni Bilancio e Ambiente del Comune di Roma, Federico Guidi e Andrea De Priamo.





"L'opposizione dimostra nuovamente di non aver ben compreso i meccanismi che regolano l'applicazione della tariffa e le conseguenze causate dall'abolizione dell'Iva sulle bollette - continuano - Ricordiamo che ai romani non cambierà assolutamente nulla da questo punto di vista, e che la voce finale della loro bolletta non aumenterà nemmeno di un euro. Va considerato in ogni caso che nei comuni che applicano la tariffazione le aziende dei rifiuti che prima scaricavano l'Iva sui propri fornitori, ora non potranno più farlo e sono obbligate proprio dall'abolizione dell'Imposta sul valore aggiunto a compensare in altro modo i mancati introiti derivati da tale agevolazione. Non è quindi una scelta della amministrazione capitolina, ma una conseguenza dell'applicazione della sentenza della Corte Costituzionale. Ribadiamo, in ogni caso, la richiesta mossa alla Provincia di Roma di ridurre la propria quota di sovrattassa scendendo al minimo di legge fissato all'uno per cento. Un contributo concreto per i romani a fronte delle centinaia di migliaia di pendolari che quotidianamente dalla Provincia entrano nella nostra città e dell'erogazione pressoché nulla di servizi per mantenere decoro e pulizia garantiti dalla Provincia".





Roma, 28 aprile 2010.



[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it