HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


MALAGROTTA, DE PRIAMO - SANTORI (PDL): «BENE RELAZIONE SINDACO SUI RIFIUTI, STABILIRE TEMPI CERTI PER CHIUSURA DISCARICA»

22/06/2010

MALAGROTTA, DE PRIAMO - SANTORI (PDL):
«BENE RELAZIONE SINDACO SUI RIFIUTI, STABILIRE TEMPI CERTI PER CHIUSURA DISCARICA»





«La relazione del sindaco Alemanno svolta nel corso della sua audizione presso la Commissione parlamentare d'inchiesta sugli illeciti connessi al ciclo di rifiuti, ha evidenziato la ferma volontà da parte del Comune di Roma di percorrere una strada virtuosa ed ecosostenibile su questo tema. A questo proposito, infatti, è importante sottolineare la sensibile crescita della percentuale di raccolta differenziata raggiunta in questo ultimo periodo, nonché l’impegno per incrementare questa percentuale nei prossimi mesi con l’imminente avvio della raccolta porta a porta in nuovi quartieri della Città».





È quanto dichiarano in una nota congiunta Andrea De Priamo e Fabrizio Santori, rispettivamente presidenti delle Commissioni Ambiente e Sicurezza del Comune di Roma.





«Per quanto concerne la discarica di Malagrotta - hanno aggiunto De Priamo e Santori - è positivo che il sindaco Alemanno abbia sottolineato la sua totale contrarietà all’individuazione di Monti dell’Ortaccio come nuovo sito per l’impianto di smaltimento dei rifiuti, in virtù della grave penalizzazione che colpirebbe nuovamente i residenti della Valle Galeria».





«Per dare certezza ai cittadini e ai residenti della zona - continuano i due esponenti capitolini del Pdl - occorre però che Comune e Regione indichino al più presto un crono programma per arrivare in tempi certi all’individuazione del nuovo sito e alla definitiva chiusura di Malagrotta. È evidente, infatti, che la chiusura della discarica potrà avvenire solo in seguito dell’allestimento del nuovo sito. Una scelta fondamentale su cui la Regione Lazio deve garantire il coinvolgimento di tutta la Provincia di Roma, vista la necessità di trattare il tema in una prospettiva di area vasta».





«Siamo infine convinti - concludono De Priamo e Santori - che solo proseguendo con forza in una politica di riduzione dei rifiuti e di potenziamento della filiera della raccolta differenziata e del riciclo, unitamente all’individuazione in tempi certi per la chiusura di Malagrotta, sarà possibile uscire definitivamente dalla stagione del monopolio e allontanare, allo stesso tempo, qualsiasi rischio di infiltrazione criminale nella gestione del ciclo dei rifiuti».





Roma, 22 giugno 2010.



[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it