HOME CONTATTI AGENDA NOTIZIE

NOTIZIE


RIFIUTI. ECCO INIZIATIVE COMUNE ROMA PER RIDURRE PRODUZIONE IN SETTIMANA EUROPEA AMMINISTRAZIONE RISPONDE APPELLO FARE VERDE

26/11/2010

RIFIUTI. ECCO INIZIATIVE COMUNE ROMA PER RIDURRE PRODUZIONE IN SETTIMANA EUROPEA AMMINISTRAZIONE RISPONDE APPELLO FARE VERDE



(DIRE) Roma, 26 nov. - Cinque punti "da attuare nel piu' breve tempo possibile", cinque proposte che l' associazione ambientalista Fare verde rivolge all' amministrazione capitolina in occasione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti. Dalla promozione dei pannolini lavabili per bambini, alla campagna a favore del consumo dell' acqua di rubinetto, passando per l' eliminazione dell' usa e getta nelle mense scolastiche fino agli incentivi dedicati ai commercianti che ospitano distributori alla spina e all' istituzione di un marchio di offerta turistica ecocompatibile per gli operatori del settore.



L'invito ufficiale di Fare verde e' arrivato questa mattina a Roma nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte, accanto al presidente nazionale dell' associazione, Massimo De Maio, e a quello del Lazio, Salvatore Pignalosa, anche gli assessori capitolini all' Ambiente e alle Politiche educative, rispettivamente Fabio De Lillo e Laura Marsilio, e il presidente della commissione Ambiente del Comune di Roma, Andrea De Priamo.



"Ci appelliamo all'amministrazione- cosi' Di Maio- per fare di Roma la capitale di una gestione dei rifiuti basata sulla riduzione e il riciclo". Di Maio ha ricordato che su proposta del presidente della commissione Ambiente, il Comune ha approvato il 24 febbraio 2009 una delibera di indirizzo per ridurre la produzione dei rifiuti urbani, "chiediamo di proseguire su questa strada e dare seguito a questo importante atto consiliare".



Raccogliendo l' appello di Fare verde, Marsilio ha spiegato che per quanto riguarda la "refezione scolastica, per aumentare l' attenzione all' ambiente abbiamo vietato le stoviglie di plastica sostituendole con quelle biodegradabili e introdotto detergenti ecocompatibili".



Inoltre, ha aggiunto, "abbiamo lavorato sull' inquinamento acustico delle mense e sul ritiro delle derrate intatte". Gia' attivi poi "i menu biologici e i divieti di uso degli ogm". Se si tiene conto che i pasti consumati nelle scuole di Roma sono 150 mila ogni giorno, il risparmio per di plastica e materiali nocivi per l' ambiente non e' poco. Marsilio ha specificato che "nel prossimo capitolato verra' migliorata la raccolta differenziata mettendo in relazione con Ama le aziende" che si occupano di ritirarla nelle scuole.



Altre novita' riguardano tre servizi specifici del Campidoglio illustrati da De Lillo: prima di tutto, "l' installazione di otto box - finanziati dalla Regione Lazio - per la distribuzione di acqua mineralizzata" di cui i primi quattro a dicembre e gli altri a gennaio, "dove i cittadini con soli 5 centesimi potranno prendere un litro di acqua del sindaco che e' di ottimo livello".



Un altro progetto per ridurre la produzione dei rifiuti parte dalle scuole primarie e riguarda gli olii da cucina. Giunte alla seconda edizione, le ' Oliimpiadi' coinvolgeranno 30 mila alunni nel recupero degli olii vegetali consumati nelle loro case, facendo risparmiare all' ambiente 40 mila chili di prodotto esaurito che verra' trasformato in detergenti e saponi.



Infine, in attuazione della delibera del 2009, il Comune di Roma ha disposto la definizione delle tappe per la dismissione dei sacchetti di plastica che verranno sostituiti con quelli bio. L' abolizione totale dei sacchetti di plastica e' prevista entro il 2011.


[torna alla sezione notizie]

 

IL POLITICO

SITI CONSIGLIATI

Andrea De Priamo
info@andreadepriamo.it